I tre aspetti chiave degli espositori in cartone

Vi siete mai accorti del fatto che, paradossalmente, è proprio nel momento in cui nemmeno notiamo più la sua presenza che possiamo esser certi che un oggetto sia davvero diffuso in maniera quasi universale? L’occhio ci fa tanto l’abitudine che nemmeno lo vede più: e lo scopriamo in mille oggetti quotidiani, come ad esempio negli espositori in cartone: basta volerci far caso per notarli nei supermercati, mentre evidenziano un’offerta speciale, nei negozi di giocattoli che presentano l’ultima novità, o in libreria carichi di copie dell’ultimo bestseller. Quali sono i punti di forza che hanno permesso a oggetti di per sé tanto semplici di conquistare una posizione così predominante? Proviamo a studiarne i tre vantaggi principali:

Comodità
Cosa c’è di più semplice da montare di un espositore in cartone, che sia del tipo più piccolo, da bancone, oppure del genere alto che si appoggia a terra come un piccolo mobile? Il tempo richiesto non supera i pochi minuti, non serve alcun genere di attrezzo – neppure la colla, perché il cartone viene pretagliato per offrire tutti gli incastri necessari all’assemblaggio – e le pieghe già impresse nel materiale ci rendono quasi impossibile sbagliare. E anche da montato, perfino dopo averlo riempito di merce, è talmente leggero che basta una persona per spostarlo in qualsiasi zona del punto vendita. E quando la promozione finisce? Questione di pochi minuti e l’espositore è ripiegato, pronto da riporre in attesa della prossima volta che ci servirà.

Versatilità
Quale negozio non può fare uso degli espositori in cartone? In una libreria, è perfetto per ospitare i libri economici, in offerta magari per l’estate; in un negozio di vestiario, può presentare jeans e magliette; in una cartoleria, o un negozio di articoli da regalo, potrà contenere gadget, portachiavi, gomme colorate. E quel che è più straordinario, è che in ciascuno di questi negozi, con una piccola personalizzazione, l’espositore sarà perfettamente integrato, senza mai parere fuoriposto, e darà rilievo ai prodotti che contiene senza rubarne per sè.

Prezzo.
Sarebbe bello poter ignorare il problema dei costi? Forse, anzi probabilmente: ma di fatto, oggi come oggi, non c’è nessuno che possa permettersi questo lusso. E vista e assodata la necessità di contenere i costi – che è ben presente per qualsiasi tipo di attività commerciale – bisogna farlo con saggezza, e dove tale riduzione di spesa non comporti anche un calo dei rendimenti. E gli espositori sono un ambito perfetto, dato che c’è poco che una vetrina in cristallo faccia meglio di un espositore di cartone, e quest’ultimo non costa che una piccola frazione dell’altra.

Per capire meglio l’uso di questi dispositivi, vai qui.